Atelier

Atelier

Un unico grande atelier diffuso nel territorio, dove esplorazioni e sperimentazioni esterne e interne si possono intrecciare e alimentare tra di loro, generando una sensibilità più ampia sui temi della scienza e dell’ecologia da cui far emergere l’idea che l’uomo e il suo habitat sono in costante interazione e modificazione reciproca. Un Atelier dove osservare la natura, esplorare e riflettere sulle sue potenzialità. In questo senso la specificità territoriale del Parco, il valore delle sue essenze autoctone, le specie animali viventi, i suoi corsi d’acqua possono diventare luoghi di incontro e di indagine fortemente intrecciati al sistema della Centrale idroelettrica di Ligonchio.

L’atelier “Di Onda in Onda” si compone di più luoghi di sperimentazione, definiti “campi”, situati nel territorio del Parco. “Campo” come campo elettromagnetico, punto di partenza e nel contempo di arrivo, “campo” come tappa di un percorso o di una scalata verso la conoscenza. 

Oggi sono attivi il Campo base, situato all’interno della storica Centrale idroelettrica Enel, che propone delle lenti d’ingrandimento sui fenomeni alla base del funzionamento della Centrale stessa e su quelli naturali, incontrati nei diversi luoghi dell’atelier diffuso, permettendo nuove e più focalizzate sperimentazioni, e il Campo 1, situato all'interno della Sede del Parco Nazionale, spazio dedicato all'accoglienza, alla ricerca, alla documentazione.

Nei Campi esterni, invece, i bambini, i ragazzi e gli adulti avranno l’occasione di esplorare i fenomeni naturali attraverso un’immersione ambientale e stagionale, percettiva ed emotiva, che rende la sperimentazione agita in forme differenti.

Gli spazi e l’attività dell’Atelier vengono gestiti dagli atelieristi della Cooperativa “Il Ginepro”, con la consulenza di Reggio Children.

 

Atelieriste:

  • Annalisa Garbati
  • Daniela Giacopelli
  • Ilaria Gentilini